fbpx

San Valentino…ovvero Santi Cirillo e Metodio

..di Pietro Antonicelli e Filomena Scalise 

Il Vangelo di oggi è quello della Festa di San Cirillo e San Metodio patroni d’Europa, ma stupisce che nel giorno in cui è anche ricordato San Valentino il Vangelo presenti la Missione dei 72…cioè di tutti quei discepoli sconosciuti di cui sappiamo solo che da Gesù furono mandati “A DUE A DUE…come agnelli in mezzo ai lupi”…(oltre che come le palline di mais 😀 )

Eccoci!!! Il Vangelo oggi parla di noi!! Gli sposi Cristiani…i fidanzati Cristiani!!! 

Inviati a due a due perché con l’altro possiamo gustare la Gioia della Comunione, ma anche la fatica dell’aprire ogni giorno il cuore e dell’essere a servizio dell’altro. E sono la Gioia e la fatica quotidiana che fanno crescere un frutto speciale nel cuore dei discepoli: la Gratuità dell’amore…poiché un amore che non è gratuito non è amore.

“…come agnelli in mezzo ai lupi”...dove il lupo che fa paura a volte è il nostro compagno di viaggio perché ci costringe a gettare via le nostre false sicurezze…ci strappa all’egoismo…ci getta fuori dal tappeto dell’ “IO al CENTRO DI TUTTO L’UNIVERSO!!!”

Poi Gesù rincara la dose e ci dice anche…COME bisogna CAMMINARE. E ci invia senza sicurezze umane…:“NON PORTATE BORSA, SACCA O SANDALI”…ovvero ci consiglia di vivere senza confidare nelle nostre forze che ci dicono “IO CE LA FACCIO DA SOLO AD AMARE IL MIO FIDANZATO…MIA MOGLIE!!!”

Gesù ci invita a fare un’esperienza fortissima e bellissima: ci chiede di abbandonarci fiduciosi alla Sua forza e al Suo amore che ci dona per mezzo dello Spirito Santo!!!

E allora chiediamolo con forza questo dono grande!!! E buon cammino a tutti e buon san Valentino…anche a chi ancora non ha trovato il proprio compagno di viaggio….e una preghiera per tutte quelle persone che vivono relazioni di coppia ferite.

Vangelo di Luca 10,1-9

In quel tempo, il Signore designò altri settantadue e li inviò a due a due davanti a sé in ogni città e luogo dove stava per recarsi.
Diceva loro: «La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe! Andate: ecco, vi mando come agnelli in mezzo a lupi; non portate borsa, né sacca, né sandali e non fermatevi a salutare nessuno lungo la strada.
In qualunque casa entriate, prima dite: “Pace a questa casa!” Se vi sarà un figlio della pace, la vostra pace scenderà su di lui, altrimenti ritornerà su di voi. Restate in quella casa, mangiando e bevendo di quello che hanno, perché chi lavora ha diritto alla sua ricompensa. Non passate da una casa all’altra.
Quando entrerete in una città e vi accoglieranno, mangiate quello che vi sarà offerto, guarite i malati che vi si trovano, e dite loro: “È vicino a voi il regno di Dio”».

+++

Se ti è piaciuto il nostro articolo e vuoi conoscerci meglio:

puoi visitare la nostra pagina Facebook cliccando qui: Facebook “Sposi&Spose di Cristo”

puoi visitare il nostro Blog cliccando qui: Blog “Sposi&Spose di Cristo”

puoi iscriverti al nostro canale Telegram cliccando qui: Telegram “Sposi&Spose di Cristo”

Grazie!!! 🙂

Comments

  1. Filomena

    W i santi

    19 Febbraio 2019 Rispondi

Leave a comment

WhatsApp scrivici